Un anno con l’Anpi…tutti gli eventi che si sono svolti nel 2018 in provincia di Ancona

06/01/2018 2000 idee per la pace e Incontro con Claudio e Paola Regeni (Adesione) Jesi
20/01/2018 Il ruolo dell’informazione nella diffusione del razzismo (Adesione) Jesi
20/01/2018 Inaugurazione mostra Terezin Camerata Picena
22/01/2018 Treno della Memoria: inaugurazione (Anpi Marche) Ancona
23/01/2018 Treno della Memoria: Considerate che avevo quindici anni (Anpi Marche) Ancona
24/01/2018 Treno della Memoria: “I matti del duce” (Anpi Marche) Ancona
25/01/2018 Treno della Memoria: La Resistenza nelle Marche (Anpi Marche) Ancona
25/01/2018 Inaugurazione pietre d’inciampo Ancona (Partecipazione) Ancona
25/01/2018 2 Anni senza Giulio: Fiaccolata per Giulio Regeni (Adesione) Ancona
26/01/2018 Treno della Memoria: Incontro regionale Firmatari appello mai più fascismi (Anpi Marche) Ancona
26/01/2018 Inaugurazione Mostra Una valigia piena di memorie Jesi
26/01/2018 La memoria rende Liberi incontro con gli studenti Sassoferrato
26/01/2018 Incontro con Simona Baldelli Senigallia
27/01/2018 Treno della Memoria (Anpi Marche) Ancona
27/01/2018 Letture di brani de Le 100 Anne Franck Jesi
27/01/2018 Memorie storie da ricordare storie da regalare  Jesi
27/01/2018 Memorie storie da ricordare storie da regalare  Ancona
27/01/2018 Memorie storie da ricordare storie da regalare  Fabriano
27/01/2018 Memorie storie da ricordare storie da regalare  Senigallia
27/01/2018 Giorno della Memoria Mostra di Teofilo Celani Auschwitz Sassoferrato
27/01/2018 Una volta nella vita Arcevia
27/01/2018 Tessere dal passato (partecipazione) Camerano
28/01/2018 Treno della memoria: Wiegala Ancona
28/01/2018 Tessere dal passato (partecipazione) Camerano
02/02/2018 L’aggregazione politico sociale della Resistenza Ancona
03/02/2018 Presidio  Mai Più fascismi Jesi
03/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Arcevia
03/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Ancona
03/02/2018 Commemorazione assalto al Treno di Albacina  Fabriano
03/02/2018 Mai più fascismi (raccolta firme) Castelfidardo
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Ancona
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Ostra
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Camerano
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Chiaravalle
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Belvedere O.
04/02/2018 Banchetto raccolta firme mai più fascismi Moie
04/02/2018 Mai più fascismi (raccolta firme) Castelfidardo
06/02/2018 Commemorazione Eccidio partigiani Maggini, Brutti e Galassi Ostra Ostra
09/02/2018 Celebrazione Repubblica Romana Ancona
10/02/2018 Manifestazione Macerata  Macerata
14/02/2018 Tessere dal passato (partecipazione) Camerano
16/02/2018 Da Ancona a Mauthausen inaugurazione mostra su Andrea Lorenzetti Ancona
16/02/2018 Prigioniero dei nazisti Libero sempre Ancona
18/02/2018 Manifestazione Macerata  Macerata
22/02/2018 La Costituzione Italiana la nostra casa Castelplanio
23/02/2018 M’illumono di meno Osimo Osimo
24/02/2018 Manifestazione Roma Roma
24/02/2018 Banchetto raccolta firme Mai più fascismi  Camerano
15/03/2018 Banchetto Mai più fascismi Osimo
16/03/2018 Dalla Chiesa un papà con gli Alamari Jesi
17/03/2018 Comitato provinciale con il Presidente emerito Carlo Smuraglia Ancona
18/03/2018 Mai più fascismi Camerano
24/03/2018 Noi compagne di combattimento Moie
30/03/2018 Incontro con Piero Cossu e Emilio Ricci Fabriano
06/04/2018 La Costituzione Italiana la nostra casa Moie
07/04/2018 Raccolta firme MAI PIU’ FASCISMI Piazza Roma Ancona Ancona
07/04/2018 Corso di formazione politico culturale (docente Massimo Papini) Chiaravalle
08/04/2018 Partigiani Costituenti Trecastelli
08/04/2018 Raccolta firme MAI PIU’ FASCISMI Piazza Roma Ancona Ancona
10/04/2018 Commemorazione Alfonsine (Partecipazione) Alfonsine
14/04/2018 Corso di formazione politico culturale (docente Ruggero Giacomini) Chiaravalle
15/04/2018 Mai più Fascismi Raccolta firme Castelfidardo
18/04/2018 Alles Kaputt Ancona
20/04/2018 Commemorazione  Officine Rotabili Trenitalia di Daniele Fancello Ancona
20/04/2018 Piantumazione Ulivo in ricordo Partigiana Diana Vitaletti Sassoferrato
20/04/2018 Incontro di Maria Cavatassi con gli studenti dell’IC Mazzini di Castelfidardo  Castelfidardo
21/04/2018 Commemorazione Piazza Ugo Bassi di Claudio Maderloni Ancona
21/04/2018 Incontro studenti Istituto Don Costantini Serra San Quirico Serra San Quirico
21/04/2018 Considerate che avevo quindici anni Trecastelli
22/04/2018 Concerto Cupramontana Cupramontana
22/04/2018 Premio Nazionale ANPI Fabrizi Osimo
22/04/2018 L’arbre à palabres (Giornata Mondiale della Terra) Arcevia
22/04/2018 Deposizione targa ad Engles Profili presso Ospedale Civile Fabriano Fabriano
23/04/2018 Spettacolo Canzoniere dell’Anpi E questo è il fiore Jesi
23/04/2018 Deposizione corone sui cippi Ancona Ancona
23/04/2018 Alle fonti della Resistenza marchigiana Arcevia
23/04/2018 Incontro con studenti Ist. Comprensivo Brillarelli Sassoferrato
24/04/2018 Commemorazione al cimitero degli Alleati orazione Vito D’ambrosio Ancona
24/04/2018 Passeggiata laico democratica Senigallia
24/04/2018 Deposizione corone sui cippi Jesi Jesi
24/04/2018 Incontro studenti Ist. Sup Vito Volterra Sassoferrato
24/04/2018 Presentazione di Sentieri partigiani (partecipazione) Recanati
25/04/2018 25 Aprile  Jesi  Jesi
25/04/2018 25 Aprile Serra San Quirico  (Orazione Andrea Nobili) Serra San Quirico
25/04/2018 25 Aprile Monsano (Orazione Mario Carassai) Monsano
25/04/2018 Festa Liberazione Ancona (Orazione di Tamara Ferretti e Antonio Mastrovincenzo) Ancona
25/04/2018 25 Aprile Cerreto D’Esi (Orazione Aurora Ferraro) Cerreto D’Esi
25/04/2018 Scriviamo la Liberazione Arcevia
25/04/2018 Falcatraz Falconara
25/04/2018 presentazione di “Sperando a una presto fine” Camerano
25/04/2018 inaugurazione mostra l’arte di vivere come fratelli  Camerano
25/04/2018 25 Aprile Castelfidardo (Orazioni Maria Cavatassi e Elisa Bachiocchi) Castelfidardo
25/04/2018 25 Aprile Castelplanio (Orazione Marco Bastianelli) Castelplanio
25/04/2018 25 Aprile Fabriano (Orazione Giacomo Scortichini) Fabriano
25/04/2018 25 Aprile Moie Maiolati spontini Inaugurazione nuova sede Anpi Mediavallesina Maiolati
25/04/2018 25 Aprile Monte San vito (Orazione Daniele Fancello) Monte San Vito
25/04/2018 25 Aprile Numana (Orazione Mauro Marcelli) Numana
25/04/2018 25 Aprile Offagna (Orazione Niccolò Duranti) Offagna
25/04/2018 25 Aprile Osimo (Orazione Niccolò Duranti) Osimo
25/04/2018 25 Aprile Ostra (Orazione Concetta Contini) Ostra
25/04/2018 25 Aprile Senigallia –  Festa della Liberazione al Foro Annonario Senigallia
25/04/2018 25 Aprile Sassoferrato (orazione di Goffredo Bellocchi) Sassoferrato
25/04/2018 Mostra L’arte di vivere come fratelli Camerano
25/04/2018 Inaugurazione sede Anpi Mediavallesina Maiolati Spontini
25/04/2018 25 Aprile Chiaravalle Chiaravalle
25/04/2018 25 Aprile Sirolo Sirolo
26/04/2018 Incontro con gli istituti Comprensivi di Chiaravalle Chiaravalle
26/04/2018 Io che conosco il tuo cuore con Adelmo Cervi Agugliano
27/04/2018 Presentazione di “Sentieri partigiani” concerto Sambene Moie
27/04/2018 Strade e luoghi dell’antifascismo, della Resistenza Ancona
27/04/2018 Incontro con Giuseppe Catone Senigallia
28/04/2018 Voci dalla guerra, voci per la pace attuazione protocollo ANPI MIUR  Senigallia
28/04/2018 Corso di Formazione Politico Culturale (docente Ero Giuliodori) Chiaravalle
28/04/2018 Adelmo Cervi incontra gli studenti ist. Comprensivo Federico II Jesi
28/04/2018 Incontro pubblico con Adelmo Cervi Jesi
28/04/2018 Scalpiccii sotto i platani-L’eccidio di Sant’Anna di Stazzema Arcevia
29/04/2018 Corso di Formazione Politico Culturale (docente Ero Giuliodori) Chiaravalle
29/04/2018 74° Anniversario Eccidio di Via Cannuccia. Orazione di Adelmo Cervi Jesi
02/05/2018 Considerate che avevo 15 anni Arcevia
02/05/2018 Giornata della ricordanza Fabriano Fabriano
04/05/2018 Primavera 1944 quando Osimo era  Capoluogo della Provincia di Ancona (Partecipazione) Osimo
06/05/2018 Commemorazione Eccidio Monte Sant’Angelo Bus + pranzo Arcevia
10/05/2018 La Costituzione Italiana la nostra casa Cupramontana
11/05/2018 Il silenzio sugli innocenti di Luca Mariani Ancona
12/05/2018 L’ultimo viaggio con mia madre (partecipazione) Camerano
15/05/2018 70 anni di Costituzione: I Partiti nella Costituzione Ancona
18/05/2018 Razzismo in prima pagina Ancona
23/05/2018 Consegna libri della memoria Ist. Comprensivo Federico II Jesi
25/05/2018 Consegna libri della memoria Ist. Comprensivo Marchetti Senigallia
28/05/2018 Consegna libri della memoria Ist. Comprensivo Podesti Ancona
30/05/2018 Prendersi Cura della Costituzione (adesione) Ancona
02/06/2018 Mai Più Fascismi Manifestazione Nazionale Bologna Bologna
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Ancona Ancona
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Jesi Jesi
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Chiaravalle Chiaravalle
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Ostra Ostra
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Fabriano Fabriano
02/06/2018 Celebrazione Festa 2 giugno Monsano (Intervento di Ero Giuliodori) Monsano
02/06/2018 Tessere dal passato (partecipazione) Camerano
07/06/2018 70 anni di Costituzione: La Politica e la Costituzione Ancona
12/06/2018 #apriteiporti Ancona
19/06/2018 Accoglienza a Colori (Adesione) Chiaravalle 
20/06/2018 Accoglienza a Colori (Adesione) Osimo
20/06/2018 74° Anniversario dell’Eccidio di Montecappone Orazione di Antonio Mastrovincenzo Jesi
20/06/2018 Giornata Mondiale del Rifugiato (Adesione) Jesi
21/06/2018 Accoglienza a Colori (Adesione) Jesi
23/06/2018 Con la sua cartella di cuoio (partecipazione) Cagli
28/06/2018 70 anni di Costituzione: La tutela dell’ambiente Ancona
01/07/2018 Commemorazione Eccidi Chigiano e Valdiola (partecipazione) San Severino Marche
05/07/2018 Mercatino dei bambini (adesione) Jesi
06/07/2018 74° Liberazione Osimo Osimo
07/07/2018 Magliette rossa (adesione) Ancona
08/07/2018 Liberazione cicloturistica Osimo (partecipazione) Osimo
11/07/2018  “Animavì” (Collaborazione) Arcevia
11/07/2018 Simone Massi disegni e corti  Sassoferrato
12/07/2018 Festa per la Libertà dei popoli Ancona
13/07/2018 Festa per la Libertà dei popoli Ancona
14/07/2018 Festa per la Libertà dei popoli Ancona
14/07/2018 Festa Liberazione Cerreto d’Esi Cerreto d’Esi
16/07/2018 Novecento Ancona
18/07/2018 74° Liberazione Ancona orazione di Daniele Fancello Ancona
18/07/2018 74° anniversario della Liberazione di Camerano Camerano
20/07/2018 74° Liberazione Jesi Jesi
20/07/2018 74° Liberazione Cupramontana Cupramontana
20/07/2018 74° Liberazione Chiaravalle deposiziione fiori Chiaravalle
20/07/2018 Migranti integrazione e diritti Chiaravalle
21/07/2018 74° Liberazione Serra San Quirico “Sulle orme dei Partigiani”  Serra San Quirico
21/07/2018 Concerto per la Liberazione di Chiaravalle dei “Sambene”   Chiaravalle
22/07/2018 Il gallo canta ancora Sassoferrato
23/07/2018 Novecento Ancona
25/07/2018 Pastasciutta Antifascista  Senigallia
29/07/2018 Le vie delle donne marchigiane  Sassoferrato
29/07/2018 74° Anniversario Liberazione Sassoferrato Sassoferrato
08/08/2018 74° Liberazione Arcevia Concerto Sambene Arcevia
09/08/2018 Di fronte al Passaggio Trecastelli
09/08/2018 74° Liberazione Trecastelli Trecastelli
28/08/2018 Scuola estiva di Storia di Arcevia (Collaborazione) Arcevia
30/08/2018 Manifestazione per i diritti Senigallia
07/09/2018 70 anni di Costituzione: I Cattolici e la Costituzione Ancona
12/09/2018 70 anni di Costituzione: Delitto e castigo Ancona
19/09/2018 70 anni di Costituzione: La cultura nella Costituzione Ancona
26/09/2018 70 anni di Costituzione: Costituzione e Lavoro Ancona
02/10/2018 70 anni di Costituzione: Costituzione e Cultura il mondo Classico Ancona
05/10/2018 Inaugurazione monumento cinti e rom Lanciano
07/10/2018 Marcia per la Pace Perugia – Assisi (Adesione) Perugia
10/10/2018 70 anni di Costituzione: I saperi e l’istruzione Ancona
16/10/2018 Presidio antifascista per Riace Ancona
26/10/2018 70 anni di Costituzione: La Corte Costituzionale Italiana Ancona
01/11/2018 Commemorazione defunti deposizione corone Ancona
02/11/2018 Commemorazione Cimitero Tavernelle Ancona
04/11/2018 Commemorazioni 4 novembre Ancona
04/11/2018 Celebrazione 4 novembre Monsano
04/11/2018 Celebrazione 4 novembre Jesi
04/11/2018 Celebrazioni 4 novembre monumento ai caduti Ancona
04/11/2018 Celebrazioni 4 novembre Ostra
04/11/2018  Celebrazione del 4 novembre Arcevia
04/11/2018 Commemorazione 4 novembre Chiaravalle Chiaravalle
04/11/2018 Tessere dal passato (partecipazione) Camerano
16/11/2018 Banchetto Umanità al potere Ancona
17/11/2018 Banchetto Umanità al potere Ancona
17/11/2018 Banchetto L’Umanità al potere Jesi
17/11/2018 Assemblea L’Umanità al Potere Chiaravalle
17/11/2018 Sono venuto per servire  Fonte Avellana
18/11/2018 Banchetto Umanità al potere Ancona
18/11/2018 Assemblea L’Umanità al potere Jesi
18/11/2018 Banchetto L’Umanità al potere Chiaravalle
18/11/2018 Banchetto L’Umanità al potere Camerano
18/11/2018 L’Umanità al potere Maiolati Spontini
22/11/2018 La Casa della Costituzione Maiolati Spontini
22/11/2018 La Costituzione Italiana la nostra casa Pianello Vallesina
23/11/2018 Una lunga storia che guarda al futuro Ancona 
24/11/2018 Il simbolo Sandro Pertini e l’Italia di oggi Fabriano
25/11/2018 Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne (Adesione)
25/11/2018 L’umanità al potere Numana
30/11/2018 I Sambene Cantano De Andrè Maiolati Spontini
01/12/2018 Per un’uso consapevole della comunicazione social Ancona
01/12/2018 Art. 21 della Costituzione: informazione e democrazia   Ancona
02/12/2018 L’umanità al potere Numana
03/12/2018 Un morto ogni tanto (Partecipazione) Jesi
06/12/2018 Mercatini Solidalio di Natale Jesi
08/12/2018 Commemorazione bombardamento aereo Ospedale Psichiatrico Ancona Ancona
10/12/2018 Giornata Mondiale d’azione per i diritti Umani (Adesione)
10/12/2018 Il lungo viaggio di Joice Lussu (Adesione) Ancona
14/12/2018 Il modello sovranista, le elezioni americane l’europa Ancona
15/12/2018 Essere Antifascisti oggi in Europa Roma
19/12/2018 Assemblea Antifascista Jesi

INVITO Informazione e comunicazione_Una giornata per la democrazia

Buongiorno,
l’ANPI Marche, d’intesa con l’Assemblea legislativa e la Regione Marche, nell’ambito delle “Attività della Regione Marche per l’affermazione dei valori della resistenza, dell’antifascismo e dei principi della Costituzione Repubblicana” di cui alla l.r. 15/13 ha deciso di promuove per il 1° dicembre 2018 una giornata di riflessioni  sul tema informazione e democrazia.
Nella giornata si svolgeranno due eventi.
Il primo, la mattina, dalle ore 9 alle ore 11,  rivolto agli studenti, sarà dedicato specificamente alla comunicazione social (vedi allegato), vedrà la partecipazione, insieme a quella del Presidente provinciale dell’ANPI di Ancona, Daniele Fancello, del Magnifico Rettore UNIVPM, Sauro Longhi, del Presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche, Antonio Mastrovincenzo, di Luca Conti, giornalista e docente di Web marketing dell’Università Milano-Bicocca, sarà ospitato nell’Aula magna dell’Istituto secondario superiore Galileo Galilei, via Salvador Allende Gussens, Ancona.  
Il secondo, con la partecipazione del coordinatore regionale ANPI, Lorenzo Marconi, del Presidente della regione Marche,  Luca Ceriscioli, di Luca Mariani, giornalista parlamentare AGI e scrittore, Luca Conti,  giornalista e docente di Web marketing dell’Università Milano-Bicocca, Franco Elisei, Presidente dell’Ordine dei giornalisti delle Marche, Alessandra Massi, responsabile ANSA Marche, sarà introdotto da una breve comunicazione di Guido Lorenzetti, della Federazione internazionale dei Resistenti, sulla stampa clandestina. la tavola rotonda affronterà il tema “Articolo 21 della Costituzione: informazione e democrazia”, e si svolgerà alle 16,30 al Ridotto del Teatro delle Muse, piazza della Repubblica, Ancona.
Riteniamo che tali iniziative siano di pregnante attualità  anche alla luce degli innumerevoli attacchi a cui da tempo è sottoposta la libertà di stampa e di informazione, simboli emblematici della crescente sofferenza del nostro sistema democratico.
Certo della vostra attenzione e partecipazione vi invio cari saluti

Sostieni l’ANPI della provincia di Ancona

Care e Cari tutti,

il 31 ottobre 2018 è l’ultimo giorno utile per rinnovare la tessera dell’ANPI per il corrente anno, o per iscriversi per la prima volta.

La maggior parte di voi ha già rinnovato la sua adesione e per i ritardatari c’è ancora modo di poterlo fare, oppure c’è anche la possibilità di far conosce e far iscrivere alla nostra associazione amici e conoscenti antifascisti.

 L’A.N.P.I. si riconosce nella Costituzione e ne condivide i valori ispiratori. E’ per la pace tra i popoli e s’impegna insieme a partiti, sindacati, associazioni, amministrazioni locali, Parlamento e Governo affinché questo obiettivo venga raggiunto nel rispetto dell’articolo 11 della Costituzione. L’A.N.P.I. è di tutti i democratici antifascisti. Nel corso degli anni i giovani vi hanno aderito in gran numero e oggi rappresentano la maggior parte degli iscritti. Anche lo statuto dell’ANPI è stato modificato in questo senso e chi non ha fatto la Resistenza per motivi di età, ma ne condivide gli ideali e i valori, può ricoprire ruoli di dirigenza.

Iscriversi all’.A.N.P.I. è per non dimenticare che la Resistenza è alla base della vita democratica del nostro paese e perché quei principi e quei valori, sostenuti e affermati dalle partigiane e dai partigiani, non invecchiano mai e sono sempre da sostenere per vivere in uno stato democratico, civile e che si batte per la pace tra i popoli.

Iscriversi all’A.N.P.I. è scegliere di sostenere attivamente quei valori, alla cui difesa e affermazione si può dare un contributo fattivo di crescita e impegno. ed è anche condivisione e scambio tra diverse generazioni ed esperienze di antifascisti.

Per questo vi chiediamo la vostra adesione per continuare ogni giorno a batterci contro i vecchi e nuovi fascismi, per formare nuove generazioni di antifascisti e per continuare a dare speranza al nostro paese che è in grave difficoltà.

Vi saluto inviandovi in allegato l’elenco e i contatti delle nostre sezioni in provincia di Ancona.

Il Presidente Provinciale di Ancona

Daniele Fancello

E’ venuto a mancare il Compagno Giampaolo Lucarini

Nella serata di ieri è venuto a mancare Gianpaolo Lucarini, componente della Presidenza onoraria dell’ANPI di Ancona.
Nell’esprimere alla famiglia le più sentite condoglianze vogliamo ricordarlo per il suo impegno appassionato nell’ANPI al fine di mantenere viva la memoria e i valori dell’Antifascismo e della Resistenza.
Nato 1929 da giovanissimo, seguendo le orme del fratello maggiore Luciano, gappista, fu staffetta partigiana.
Nell’ANPI per molti anni ha ricoperto la carica di Segretario provinciale di Ancona.
La camera ardente, fino alle ore 15,00 di domani, é allestita nella casa funeraria dell’Impresa Funebre Tabossi di Ancona, in via della Montagnola, 13.
La cerimonia funebre si svolgerà domani, alle ore 16,00, presso la Sala del Commiato del Cimitero delle Tavernelle.



Partizan, Parisan, Partisaanka. Il carattere internazionale della Banda Mario. di Matteo Petracci

Ponte di Chigiano (San Severino Marche),

1 luglio 2018

L’intervento che oggi presento è frutto di una ricerca che sto conducendo da tempo sui partigiani somali, eritrei ed etiopici che hanno combattuto con la Banda Mario, nell’area del Monte San Vicino.

La Banda Mario era una banda multietnica. Al suo interno si parlavano almeno otto lingue diverse, forse dieci o forse di più, e si professavano almeno tre religioni (cristiana, ebraica e musulmana). Tra loro c’era anche chi non professava nulla.

Vi sono state consegnate due foto, che ritraggono alcuni uomini della banda. Queste foto, grazie ad un’intuizione dell’Anpi di San Severino Marche, sono state riprodotte molte anni fa e distribuite in centinaia di copie. Il primo ad averle mostrate, almeno a me, è stato Bruno Taborro.

Mario Depangher, il loro comandante, era evidentemente una persona speciale, in grado di trasformare donne e uomini così diversi in un’agguerrita formazione militare. Depangher creò, consolidò e mantenne un’eccezionale alchimia, in grado, ancora oggi, di trasmettere un messaggio a mio parere molto significativo.

Vediamo la foto n. 1:

In piedi, partendo da sinistra, si possono riconoscere:  Nicola Budrinie e Mirco Gubic(jugoslavi), Ivan Dovcopoli e Stefan Ponomarenco, (russo), Mosé Di Segni (ebreo), Frane Tralaja, (jugoslavo), Don Lino Ciarlantini, Cesare Manini, Ivan Rienicenco, (russo), e Cesare Cecconi Gonnella. In basso, invece, sempre da sinistra:  Raico Giuric, (jugoslavo), Bruno Taborro, Vassili Simonenco e Ivan Vasilienco, (russi), “Carletto” Abbamagal, (etiopico), Sergio Cernievev, (russo), Luigi Verdolinie, infine, Mate Gispic, (jugoslavo).

Una foto non è solo un immagine fissata nel tempo, è un racconto di noi stessi, di un evento o di un momento particolare che abbiamo vissuto.

Anche oggi, abituati meccanicamente ai selfie, prima di scattare una foto spesso ci specchiamo velocemente, oppure, prima ancora di pubblicare una nostra immagine su un social network, guardiamo l’anteprima, per vedere se siamo in ordine, se c’è qualche particolare che c’è sfuggito, perché stiamo parlando di noi e vogliamo raccontarci al meglio.

Settantaquattro anni fa ciò valeva ancor di più, perché farsi una foto era un evento raro, che suggellava un passaggio importante (la nascita di un figlio, un matrimonio, oppure l’esperienza da militare).

Anche questi uomini, con questa immagine, hanno voluto raccontare loro stessi, e nella sequenza che adesso vedremo, ci sono i contenuti del loro racconto.

Adesso prendiamo la foto n. 2.

Questa è in realtà la prima foto della sequenza. Bruno Taborro mi ha raccontato che, dopo aver scattato, il fotografo e i presenti hanno visto Carletto l’etiopico e lo hanno invitato a mettersi in posa con loro.

Nei pochi secondi trascorsi tra una foto e l’altra, nella decisione di ripetere lo scatto, c’è il loro messaggio, la loro determinazione e la loro consapevolezza rispetto al senso che acquisiva la loro lotta.

La seconda guerra mondiale imperversava sui continenti e negli oceani. L’obiettivo del nazismo, del fascismo e dell’imperialismo giapponese era quello di costruire un ordine mondiale basato sul razzismo, la prevaricazione, la violenza e lo sfruttamento.

L’Europa doveva essere ridisegnata. Gli ebrei dovevano essere eliminati. I popoli slavi dovevano essere ridotti in schiavitù, l’Unione sovietica trasformata in colonia per i tedeschi, così come l’Africa, che avrebbe dovuto essere assoggettata al dominio schiavistico nazista e fascista.

Nella loro volontà di ripetere lo scatto, allora, richiamando un africano per farlo immortalare insieme agli altri, facendolo sistemare tra due russi ed un ebreo, essi hanno voluto parlare della posizione che avevano assunto rispetto agli eventi che stavano vivendo.

Hanno voluto raccontare loro stessi, per dire che, anche se tutto sembrava crollare, loro non avevano perso di vista la necessità di essere giusti, e avevano deciso di combattere, armi alla mano, contro chi metteva l’uomo contro l’uomo.

Questa foto è perciò qualcosa di più di una semplice istantanea. Ė un testamento iconografico, un messaggio di solidarietà internazionale e di fratellanza tra i popoli.

Nella Banda Mario avevano trovato posto donne e uomini di tutti i paesi. Il requisito era la buona volontà, non la nazionalità.

C’erano italiani (soldati sbandati, preti e giovani, per lo più contadini).

C’erano jugoslavi (provenienti da Colfiorito e da altre località di internamento, fatti prigionieri durante la sanguinosa occupazione messa in atto dall’esercito italiano nel loro paese). Partizan è l’equivalente di partigiano, tradotto nella loro lingua.

C’erano russi (fatti prigionieri dai tedeschi nella loro terra e portati in Italia a lavorare forzatamente per scavare trincee e costruire difese).

C’erano ebrei (scampati ai rastrellamenti in Italia o fuggiti dalle località di internamento per salvarsi dalla deportazione in Germania).

C’erano inglesi (scappati dai campi di Sforzacosta e Monte Urano, che poi, aiutati dai contadini, avevano raggiunto il san Vicino).

C’erano inoltre degli africani: somali, eritrei ed etiopici portati in Italia nel 1940 per essere messi in mostra, come gli animali dello zoo, poi trasferiti a Treia per ragioni di sicurezza e, dopo l’8 settembre del 1943, scappati dal luogo dove erano rinchiusi e indirizzati dalla popolazione contadina verso la Banda Mario. Partisaanka è l’equivalente di partigiano, tradotto in somalo.

Tutti scappavano dalle persecuzioni e dalla morte, e tutti avevano il Monte San Vicino come punto di riferimento. Tutti sapevano che qui avrebbero trovato tregua e ospitalità.

La Banda Mario li avrebbe accolti.

Il Monte san Vicino sarebbe stato il loro porto, aperto e sicuro.

Nelle testimonianze e nelle memorie di chi qui ha combattuto, si può leggere che, nei periodi più duri dell’inverno, tra la fine del 1943 e il 1944, la Banda Mario si era ridotta molto di numero, pur senza mai sciogliersi, nonostante fossero disorientati, inseguiti, braccati.

Dell’estate successiva, invece, il 1° luglio del 1944, giorno della liberazione di San Severino Marche, Bruno Taborro ha raccontato la gioia vissuta, i balli e i canti. In piazza, a festeggiare, erano tantissimi: russi, francesi, inglesi, somali, eritrei, etiopici,  jugoslavi e, naturalmente, italiani. Tutti insieme, senza distinzione.

Io sono sicuro che tornerà l’estate, e saranno ancora una volta le donne e gli uomini di buona volontà a preparare il ritorno della bella stagione.

Allora saremo chiamati a ricordarci di chi, durante l’inverno, ha sbarrato il proprio uscio, mettendo ancora una volta l’uomo contro l’uomo.