27 ottobre, 75° della Liberazione a Predappio

Le Anpi delle province romagnole, col sostegno dell’Anpi nazionale, chiamano domenica 27 ottobre, a partire dalle ore 16, i democratici e gli antifascisti a festeggiare la ricorrenza del 75esimo anniversario della Liberazione di Predappio dai nazifascisti. L’Anpi invita i democratici e gli antifascisti a deporre singolarmente un fiore sul monumento ai caduti della Resistenza in Predappio.

La data della Liberazione di Predappio coincide, non del tutto casualmente, con quella della marcia su Roma del 28 ottobre. Date coincidenti ma, con tutta evidenza, antitetiche: l’una ricorda il tragico inizio di una dittatura, la seconda – pur se da un punto di vista locale, anche se si tratta del luogo natale di Mussolini – la cacciata della stessa e più in generale del nazifascismo e l’avvio di quel processo che porterà alla Repubblica e alla Costituzione.

La manifestazione verrà aperta nel pomeriggio alle 16 presso il Teatro Comunale di Predappio dalla prima edizione dell’Anpi Folk Fest, curata dal cantautore Alessio Lega, durante la quale si esibiranno E Zezi, De Soda Sisters, Massimo Ferrante, Coro Spontaneo Individualista, e altre sorprese. Nell’intervallo fra la prima e la seconda parte del concerto interverranno Miro Gori, presidente provinciale Anpi Forlì-Cesena, Giusi Del Vecchio, presidente provinciale Anpi Rimini, Luigi Lolli, presidente della sezioneAnpi di Predappio, e concluderà Emilio Ricci, vicepresidente nazionale Anpi. Al termine del concerto partirà un corteo che, attraversando il centro del paese, si concluderà davanti al circolo Arci di via Gramsci, dove avrà inizio verso le 19.30 una “tagliatella antifascista”.

Inoltre l’Anpi invita i democratici e gli antifascisti a deporre singolarmente un fiore sul monumento ai caduti della Resistenza in Predappio.

L’articolo 27 ottobre, 75° della Liberazione a Predappio proviene da Patria Indipendente.