NO A CHI VUOL DIVIDERE POPOLI E PAESI: IL 30 MARZO A SEŽANA (SLOVENIA) INIZIATIVA SIMBOLICA DELLE ASSOCIAZIONI NAZIONALI PARTIGIANE DI ITALIA, SLOVENIA, CROAZIA PER UN’EUROPA UNITA, ANTIFASCISTA E ANTIRAZZISTA

No
a chi vuol dividere italiani, sloveni e croati; i confini siano un ponte di
unità e non una barriera: con questo spirito si svolgerà sabato 30 marzo in
Slovenia una particolare iniziativa promossa dalle associazioni partigiane
nazionali dell’Italia, della Croazia, della Slovenia e dalla associazione
partigiana di lingua slovena della Carinzia (Austria). Il titolo è “Fratelli
senza confini – Italiani, sloveni e croati uniti contro nazionalismi,
neofascismi e razzismi”. Contro chi ancora oggi vuole
dividere popoli e Paesi, le associazioni partigiane rilanciano l’unità e la
loro scelta europeista
, ricordando la comune lotta resistenziale che ha
determinato la sconfitta del nazifascismo. L’iniziativa, fortemente simbolica,
si svolgerà a Sežana (Slovenia) alle ore 11: i presidenti nazionali parleranno
nella sala consiliare in via Partizanska cesta 4; vi sarà la deposizione di una
corona di fiori davanti al monumento alle vittime del fascismo e la simbolica
piantumazione di un albero in terra slovena, con le radici in terra italiana e
croata. Parleranno Tit Turnšek, presidente ZZ NOB (Slovenia), Franjo
Habulin, presidente SABA (Croazia), Carla Nespolo, Presidente nazionale ANPI.

A.N.P.I.       
segreterianazionale@anpi.it