Bari, la bella festa

Bari, Festa del tesseramento. In prima fila, Porzia Petrone, la sorella di Benedetto, il giovane comunista ucciso dai neofascisti nel 1977; la presidente nazionale Anpi, Carla Nespolo; accanto Vincenzo Calò, componente del Comitato nazionale dei partigiani e responsabile Sud. Tutte le foto sono di di Arturo Cucciolla

Pieno successo della “Festa del tesseramento” dell’Anpi di Bari, che si è svolta giovedì 24 gennaio con la partecipazione della presidente nazionale dell’Associazione.

L’incontro tra Porzia Petrone, la sorella di Benedetto, il giovane militante comunista ucciso da una squadraccia fascista il 28 novembre 1977, e la presidente nazionale Anpi Carla Nespolo

Decine di cittadine e cittadini antifascisti hanno gremito le sale della Casa delle donne del Mediterraneo per ascoltare Carla Nespolo, che ha dialogato con Porzia Petrone (sorella di Benedetto, il giovane militante comunista ucciso da una squadraccia fascista il 28 novembre 1977) e Neda, rifugiata dall’Iran; moderatore Domenico Castellaneta, capo della redazione barese di Repubblica. In precedenza, avevano portato il loro saluto Micaela Paparella, presidente del I° Municipio, anche in rappresentanza del sindaco Decaro; Titti De Simone, a nome del presidente della Regione Michele Emiliano; il presidente dell’Arci provinciale Luca Basso, e Luca Ieva della Rete della conoscenza. La serata è stata allietata dalle canzoni dei Radicanto, che hanno anche letto alcuni celebri testi della letteratura ispirata alla Resistenza.

Quando la Festa volgeva al termine, è arrivato Maurizio Landini, eletto da poche ore segretario generale della Cgil, per salutare Carla Nespolo. A Landini, accolto calorosamente dai presenti, è stata consegnata la tessera dell’Anpi, in ricordo di una giornata particolarmente significativa nella sua esperienza di dirigente sindacale.

Giorno della Memoria nella sala consiliare del Comune di Bari. Nella foto al centro: il sindaco Antonio Decaro; accanto il presidente provinciale Anpi e componente del Comitato nazionale Anpi, Ferdinando Pappalardo

Nella mattinata di lunedì 28 gennaio, in occasione della Giornata della memoria, si è svolta nella sala consiliare del Comune di Bari una sobria cerimonia per commemorare Filippo D’Agostino, luminosa figura dell’antifascismo pugliese, massacrato dai nazisti nel lager di Mauthausen. Hanno pronunciato brevi interventi il sindaco Decaro, il presidente provinciale dell’Anpi Ferdinando Pappalardo, il segretario della Camera confederale del lavoro Gigia Bucci.


Ed ecco nella galleria altri scatti di Arturo Cucciolla che raccontano le due intense giornate:







L’articolo Bari, la bella festa proviene da Patria Indipendente.